La bandeja uno dei colpi più importanti del padel tennis

Il padel, oltre ad essere lo sport del momento, è uno sport decisamente vario che presenta soluzioni tecnico-tattiche che hanno creato colpi ed esecuzioni tipiche di questo sport.
Quella che da sempre riveste un ruolo importante e distintivo è la bandeja, letteralmente vassoio, perché ricorda il gesto con cui un cameriere porta un vassoio in tavola.

Non si tratta di un colpo offensivo ma di una soluzione sicura per mantenere una buona posizione sotto rete, condizione spesso decisiva per conquistare un punto. È uno dei colpi che distingue maggiormente il padel ed è utilizzato numerose volte durante un match. Impararlo è dunque un must. 

Analisi tecnica

A vederlo eseguito dai top players, non appare un colpo così difficile da riprodurre, una sorta di volée alta in back spin. Tuttavia, vi sono alcuni concetti tecnici di base che sono fondamentali. Ecco quelli relativi alla bandeja classica:

  1. Impugnatura: la classica continental, a martello, la stessa utilizzata per eseguire le volée.
  2. Ricerca della palla: spesso la bandeja si gioca su un buon lob dell’avversario, che consente di non essere aggressivi. E’ qui che diventa importante una corretta ricerca della palla, spostandosi all’indietro con i passi laterali e cominciando la fase di preparazione, con la racchetta che si apre.
  3. Posizione dei piedi: l’ideale sarebbe riuscire a sistemarsi con i piedi dietro la linea della palla. A quel punto, il piede sinistro si apre fino a trovare una posizione semi-aperta.
  4. Rotazione del busto: spalle e busto ruotano per caricare di energia l’esecuzione.
  5. Punto d’impatto: per molti anni si è spiegato che la bandeja andava colpita sostanzialmente a livello della spalla. Ora si tende invece a impattarla leggermente sopra il livello della testa, per trovare maggior spinta e controllo.
  6. Back spin: un’altra condizione essenziale, bisogna colpire la palla con effetto in back spin, come spesso avviene con le volée.
  7. Finale: Il gesto chiaramente non si esaurisce con l’impatto della palla ma va completato con un finale ben allungato in avanti, necessario per trovare un’adeguata profondità.
  8. Recupero della posizione: Dopo aver concluso il gesto, con un buon accompagnamento, occorre essere pronti a ritornare verso rete. Ricordate che lo scopo della bandeja non è ottenere il punto diretto ma permettere di riconquistare la rete.

Quando si deve scegliere di giocare la bandeja?

Si sceglie di giocare la bandeja quando il pallonetto non è abbastanza corto da colpire uno smash comodo e offensivo, ma nemmeno così lungo da essere costretti a farlo rimbalzare e tornare oltre la riga del servizio, in posizione totalmente difensiva.

Qual è la qualità principale che deve avere la bandeja?

La qualità è la profondità. Se si gioca una bandeja troppo corta, l’avversario si ritroverà una palla che si alza fino al livello dell’anca e che potrà comodamente colpire prima che rimbalzi sul vetro. In questa condizione, è possibile che giochi un colpo veloce, mentre chi l’ha eseguita non avrà tanto tempo per riconquistare la rete. Dunque, una bandeja lunga e che rimbalza sul vetro, ci rimette in condizioni ottimali vicino alla rete; al contrario, una troppo corta permette agli avversari di diventare aggressivi. Inoltre, un buon rimbalzo conto il vetro terrà basso il rimbalzo.
Per conoscere da vicino l’affascinante mondo del padel, al Green House Sport è possibile prenotare uno dei quattro campi all'aperto o i campi al coperto al numero 348 7233175.

Il centro sportivo Green House Sport opera nel pieno rispetto delle normative in materia di sicurezza, volte alla tutela della salute di tutti, seguendo le direttive del DPCM in vigore. Contattaci per maggiori informazioni.

Management by Creare e Comunicare - Webcoding by Digitest



Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento Maggiori informazioni