Eventi

La Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli promuove il Corso Professionale di Pizzaiolo
Dal 12 al 22 marzo 2018 la SNIP - Scuola Nazionale Italiana Pizzaioli - arriva a Roma e più precisa ...
Spring Party 2018
Sabato 17 marzo 2018 Spring Party FACTORY CLUB (ex Chalet nel Bosco) Piazzale dello Stadio Olimpic ...
CIRCOLIADI
Il GREEN HOUSE partecipa alla seconda edizione delle CIRCOLIADI, manifestazione che  si svolger ...
Aper'In Show
Sabato 3 Settembre dalle ore 19,00 alle ore 22,30 presso il Green Pool del GREEN HOUSE vi as ...
Ferragosto al Green House
Non sapete dove trascorrere la giornata del Ferragosto? Volete evitare le spiagge affollate ed il t ...

Calcio

Calcio a 5 e Calcio a 8 su campi in erba sintetica di ultima generazione. Al Green House divertimento, passione, agonismo  e sfide passano per l’innovazione dei manti in erba artificiale.

Il calcio in televisione coinvolge centinaia di milioni di persone nel mondo e muove quantità di denaro esorbitanti. Ma il calcio praticato, quello lontano dalla poltrona, è ancora più avvincente! Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) consiglia di giocare di più a calcio, visto che tale pratica sportiva presenta diversi effetti benefici per l’organismo.
I benefici derivanti dalla pratica regolare dell’attività fisica aerobica, di cui il calcio o il calcetto, sono evidenti sia nei soggetti sani sia in quelli affetti da trigliceridi elevati, basso colesterolo-Hdl (quello protettivo), ipertensione arteriosa, obesità, sindrome metabolica e diabete mellito.

Il calcio è, quindi, uno sport che fa davvero bene, perché mette in funzione sia l'apparato cardiovascolare e respiratorio (cuore e polmoni) sia l'apparato muscolare. E’ uno sport completo dal punto di vista funzionale.

Inoltre, il calcio è un gioco di squadra in cui ciascuno ha un ruolo ben definito scelto sulle proprie caratteristiche fisiche e psicologiche. Ognuno quindi impara a porre a disposizione del gruppo le sue doti per raggiungere un obiettivo comune, obiettivo che richiede anche un comportamento corretto e senso di responsabilità.

Al Green House puoi trovare quattro campi da calcio a 5 e un campo da calciotto in erba sintetica della terza generazione (ovvero molto più elastica).

Un'innovazione tecnica per superare i disagi atmosferici ed evitare lunghi periodi di inattività che possono aiutare molto il calcio dilettantistico, giovanile ed amatoriale.

Clima e configurazione geografica sono da sempre i fattori che determinano la tipologia di un impianto sportivo ed è per questo che Green House ha scelto l’alternativa agli impianti tradizionali ovvero l'erba sintetica che coniuga qualità del prodotto e capacità di mantenersi inalterato nel tempo con il buon rendimento e la diminuzione del rischio di lesioni. Se poi evidenziamo che il manto in erba sintetica è stato scelto tra i migliori prodotti Made in Italy di ItalGreen e l’installazione è stata effettuata dalla Stadium Pro, leader negli interventi di qualità per la realizzazione dei campi in erba sintetica, allora non possiamo Augurare che “dopo il fischio d’inizio, vinca il migliore.”

Ma cosa ne sapete veramente della storia del calcio? Andiamo ad approfondire insieme.

Il calcio ha origini antichissime, le prime traccie si ritrovano nel gioco cinese Tsu-Chu (palla spinta con il piede) praticato già nel 2600 a.c. Di un passatempo uguale si trovano traccie simili anche nell'antico Giappone dove prendeva il nome di Kemari, venendo giocato con un involucro di cuoio al cui interno c'era una vescica di animale gonfiata. Tracce sporadiche si trovano anche nella Grecia Antica sec. IV a.c. con il nome di "Episciro", anche se non ha mai fatto parte delle manifestazioni rappresentate nelle Olimpiadi; il gioco fu mutuato anche dai Romani venendo chiamato "Arpasto" ed a quanto si sa era molto diffuso presso i legionari, che combattendo in tutta Europa probabilmente lanciarono il seme del gioco in tutto il continente.

Nello sviluppo del gioco che tutti noi conosciamo e ci appassioniamo è senz'altro importante il "calcio fiorentino" in praticato già nel XIV° sec. presso la corte dei Medici e che vedeva coinvolti i vari quartieri della Firenze del Rinascimento; venendo riproposto tutt'ora nei costumi del tempo e con le stesse regole. Furono poi secoli dopo gli Stuart a riabilitare il gioco con il pallone in Inghilterra ed a cavallo tra il XVIII e XIX secolo il gioco incomincia ad entrare nei primi college inglesi e poi nelle Università, nelle quali incominciano ad essere elaborate le prime regole scritte. Ma questo non è ancora il foot-ball moderno, in realtà si tratta di un gioco con la palla chiamato "dribbling-game" che sarà l'antenato sia del calcio che del rugby.

La vera data di nascita del "Football" nel senso moderno rimane il 23 Ottobre 1863 quando a Londra in Great Queen St., presso la taverna dei Free Masson, venne costituita la "English Foot-ball Association" che in quella fatidica data stese il primo codice scritto delle regole del calcio, che furono quasi subito revisionate con l'introduzione dell'off-side nel 1866.




Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni